FONDAZIONE  FORTEZZAIHSlogoSIVIDELL' IMMACOLATA  

MEĐUGORJE

ICONAcasaOBRUB

LA FAMIGLIA SPIRITUALE

"Regina della Pace, completamente tuoi -

 a Gesù attraverso Maria"

La casa-santuario del Volto di Maria

La storia della nostra Fondazione, iniziata da Medjugorje, si è svolta negli anni attraverso un cammino ben preciso, tracciato da Dio mediante la vita e l'opera di Tomislav Vlašić e Stefania Caterina. Dio li ha uniti in vista di una missione comune, quella di rivelare il piano e l'azione di Dio per questi tempi, al fine di preparare il popolo di Dio, la sua Chiesa, al ritorno glorioso di Cristo che segnerà l'inizio di una creazione nuova.
 
Di Tomislav Vlašić si è parlato e si parla molto, nel bene e nel male, spesso senza una vera conoscenza della persona e dei fatti che lo riguardano. Noi lo abbiamo conosciuto come uomo e come sacerdote; siamo testimoni della sua condotta e del suo insegnamento. Non intendiamo qui narrare la sua storia ma ci sembra doveroso un accenno alla sua vita, poichè la nostra Fondazione ha stimato il suo pensiero e la sua opera come fondamentali per il raggiungimento del suo scopo.
 
Tomislav Vlašić nasce a Sovići, un paesino della Bosnia-Erzegovina il 16 gennaio 1942, da una famiglia semplice e ben radicata nei valori cristiani. Nel 1962 entra a far parte dell'Ordine dei Frati Minori ed è ordinato sacerdote il 26 luglio 1969. 
Il suo percorso umano e spirituale si lega in modo indissolubile alle apparizioni di Medjugorje, fin dal loro inizio. Il 24 giugno 1981, giorno della prima apparizione, Padre Tomislav è un giovane sacerdote francescano e svolge il suo servizio in un paese poco lontano da Medjugorje. Il 29 giugno 1981, vale a dire quattro giorni dopo, si reca sul luogo delle apparizioni e ne rimane profondamente toccato. Più tardi, il 18 agosto 1981, viene chiamato a sostituire il parroco di Medjugorje, Padre Jozo, incarcerato dall'allora regime comunista proprio a causa delle apparizioni di Medjugorje. Diviene così la persona più vicina ai veggenti, il loro accompagnatore spirituale e il testimone diretto di quanto accaduto nei primi mesi e anni delle apparizioni.
 
Nel corso degli anni, attraverso le forti esperienze vissute a Medjugorje ed il suo impegno sacerdotale e di preghiera, matura in lui la decisione di offrire la vita a Dio in olocausto, attraverso il Cuore Immacolato di Maria, affinché la verità delle apparizioni della Regina della Pace si manifesti all'umanità. Il suo esempio e la sua parola attirano diverse persone, desiderose a loro volta di offrire se stesse a Dio. Attorno a Padre Tomislav si forma così la Famiglia spirituale "Regina della Pace, completamente tuoi - attraverso Maria a Gesù". Essa è composta dalla Comunità, cioè da fratelli e sorelle che vivono nei conventi, e dalle Fraternità, cioè da laici che vivono nel mondo; tutti sono accomunati dallo stesso desiderio di offrire la propria vita a Dio, attraverso Maria Santissima, per la salvezza dell'umanità.
 
Nel 1994 entra a far parte della Comunità di Padre Tomislav anche Stefania Caterina. Fin dall'infanzia si sono manifestate in lei grazie straordinarie, come visioni e locuzioni; Gesù la guida e l'istruisce fin da bambina. Crescendo e passando attraverso le varie fasi della vita, Stefania è giunta alla decisione di donarsi completamente a Dio. L'incontro tra Padre Tomislav e Stefania, avvenuto nel 1992, segna l'inizio della loro missione comune, che negli anni prende forma e si delinea sempre più chiaramente in tutta la sua portata. 
 
Attraverso di loro giungono rivelazioni e spiegazioni sempre più ampie e dettagliate sul grande piano di Dio, previsto dall'origine della creazione e che deve giungere al suo compimento: il piano di ricapitolare in Cristo tutto l'universo. Nel 2004, Gesù chiama Padre Tomislav e Stefania a far parte del Nucleo Centrale, di cui parleremo, che è uno dei tre strumenti straordinari previsti per questo tempo. Chiede loro la piena disponibilità ai programmi e ai sacrifici che dovranno affrontare a favore dell'intera umanità. Entrambi rispondono con generosità. La loro missione diviene così a largo raggio, abbracciando in spirito l'intero universo. 
 
L'appartenenza al Nucleo Centrale comporta per Padre Tomislav e Stefania anche il compito di annunciare all'umanità della Terra e, particolarmente, alla Chiesa il piano di ricapitolare in Cristo ogni cosa, rivelando altresì l'azione di Dio in questo tempo.
 
A causa di tale missione e delle rivelazioni ricevute, Padre Tomislav è stato oggetto di provvedimenti restrittivi da parte dell'Autorità ecclesiastica che lo ha allontanato dalla Comunità da lui fondata. Al termine di un doloroso periodo di prove, impossibilitato a svolgere il servizio affidatogli da Gesù, Padre Tomislav è giunto alla decisione di lasciare l'Ordine dei Frati Minori e di dimettersi dall'ordine sacerdotale. Di questa decisione parla così: "Ho offerto la mia vita a Gesù attraverso Maria. Egli mi ha indicato il servizio da svolgere nel progetto della ricapitolazione in Cristo di tutto l'universo e non posso indietreggiare. Vado avanti, ubbidiente a Lui, con tutto il rispetto verso la Chiesa gerarchica". Gesù mette Padre Tomislav direttamente sotto la sua autorità perché possa svolgere il suo servizio nel Nucleo Centrale.
 
Anche Stefania ha attraversato non poche prove nel confronto con l'Autorità ecclesiastica.  Gesù, che in un primo momento le aveva chiesto di essere ubbidiente e silenziosa di fronte alle decisioni dell'Autorità, nel 2007 le dice: "Fino ad oggi ti ho chiesto di essere ubbidiente all'Arcivescovo. Lo hai fatto e mi hai offerto le tue sofferenze, come ti avevo domandato. Ora ti sciolgo da questo vincolo e ti pongo sotto la mia diretta autorità.  Desidero che il piano che ti ho rivelato in questi anni sia proclamato a tutti gli uomini di buona volontà, visto che l'Autorità della Chiesa non l'ha accolto. Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu vieni e seguimi ". Di fronte a queste parole, in comunione di spirito con Padre Tomislav e in ragione della loro missione comune, anche Stefania ha deciso di andare avanti, lasciando la Comunità. Il 14 febbraio 2007, Padre Tomislav e Stefania sono partiti insieme per raggiungere la casa di Finale Ligure, appartenente alla nostra Fondazione, dove tuttora vivono e operano. 
 
Dopo il loro arrivo nella nostra casa di Finale Ligure, il nostro rapporto con Padre Tomislav e Stefania si è fatto più intenso. Dapprima periodico, è diventato quotidiano: alcuni membri della Fondazione si sono trasferiti a Finale Ligure per essere loro di aiuto e per condividere la vita fraterna. Abbiamo così avuto modo di conoscerli meglio e di osservarne la condotta.
 
Nel 2008 viene pubblicato il primo libro di Stefania dal titolo "Oltre la grande Barriera".  Contiene la descrizione del piano di ricapitolazione in Cristo dell'intero universo. Illustra in modo dinamico l'azione di Dio attraverso i principali strumenti che egli usa per portare a compimento il suo progetto, dalla vita trinitaria alla creazione nuova. A questo scopo è stata costituita la Casa editrice "Luci dell'Esodo", che pubblicherà in seguito tutti libri che accompagnano il nostro cammino. 
Nel 2010 vede la luce anche il sito web www.versolanuovacreazione.it che pubblica tutto ciò che riguarda il nostro cammino, informando le persone interessate e promuovendo in loro uno spirito nuovo.  
 
Da allora ad oggi, la nostra Fondazione ha messo in campo diverse iniziative allo scopo di far conoscere il piano della ricapitolazione in Cristo di tutto l'universo. Molte persone, non solo in Italia ma anche in altri Paesi, seguono questi programmi e desiderano mettersi al servizio del piano di Dio. I nostri libri ed i nostri siti web sono stati tradotti in diverse lingue, letti e visitati da molte persone  di tutti i continenti. Si sta formando un popolo.
La nostra Fondazione si propone di aiutare questo popolo a progredire nella conoscenza di quanto Dio ci ha rivelato e affidato, al fine di diventare un lievito nuovo in seno al popolo di Dio che è la sua Chiesa.